Rincari in bolletta, ci sono 2 miliardi. Ma basteranno contro il rischio di povertà energetica?

Ci sono 2 miliardi contro i rincari in bolletta per il primo trimestre del 2022. Nel ddl con il Bilancio di previsione dello Stato per il 2022 e il bilancio del triennio 2022-2024, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri, c’è infatti uno stanziamento di 2 miliardi di euro nel 2022 per contenere l’aumento dei costi dell’energia.

Basterà questo stanziamento per fronteggiare i rincari in bolletta che le famiglie stanno già sopportando con gli aumenti di energia elettrica e gas? Serve il doppio della cifra, come dicono le associazioni 

Il nostro parere è che le famiglie più fragili vengano tutelate dal rischio della povertà energetica

«Ricordiamo che Stefano Besseghini, presidente di Arera, in audizione al Senato, ha affermato che, stando alle attuali quotazioni del gas, nel prossimo trimestre ci sarà un rialzo analogo a quello in corso, per il quale il Governo aveva stanziato 3,5 miliardi per contenerlo, miliardi che però non sono bastati per impedire un rincaro record del 29,8% per la luce e del 14,4% per il gas – prosegue l’esperto – Ecco perché di miliardi ne servono il doppio. Inoltre, non c’è alcuna traccia di una riforma strutturale degli oneri di sistema o di una riduzione dell’Iva sul gas che chiediamo da anni. Insomma, una misura tampone per i rialzi imminenti, nella speranza che nel frattempo le quotazioni internazionali del gas calino».

Questo andamento mette in allarme per le ripercussioni che i rincari in bolletta e le spese per l’energia hanno sulle famiglie più fragili, quelle già a rischio di povertà energetica. Rincari che, spiegano i colleghi di Federconsumatori e Sunia, si aggiungono al disagio abitativo. Aumenteranno i costi delle utenze domestiche e condominiali per inquilini e proprietari.

Sportello Amico del Cittadino

 
Scrivimi
Come posso aiutarti?
Buongiorno! 👋
Sono Luigi, segretario generale di Sportello Amico del Cittadino, come posso assisterti?